Solo un pari all’Olimpico

Foto La Presse

I giallorossi non vanno oltre il pareggio casalingo contro un Bodo Glimt per nulla rassegnato al ruolo di vittima sacrificale.

Ci si attendeva un’altra partita dalla Roma ma evidentemente oltre a quelli arbitrali ci sono anche altri problemi che il tecnico portoghese dovrà tentare di risolvere.

Primo tempo giocato a sprazzi dai padroni di casa che sembrano per lo più  improvvisare giocate personali purtroppo senza esito e al 45’ è il Bodo a passare in vantaggio con un gran goal di Solbakken, e per la prima volta quest’anno nel rientrare negli spogliatoi si sente qualche fischio dei tifosi giallorossi.

Nella ripresa il pareggio arriva al 53’ grazie ad El Shaarawy che sfrutta al meglio l’assist di Zaniolo. Ma al 64’ il Bodo segna ancora stavolta con Botheim che solo al centro del’area batte di testa Rui Patricio. Reazione rabbiosa ma a tratti confusa della Roma che colleziona qualche occasione senza tuttavia riuscire a pareggiare. Al 73’ sfortunato Mancini che praticamente a porta vuota e da distanza ravvicinata colpisce il palo di testa. Dieci minuti dopo al’83’ arriva il pareggio con un colpo di testa di Ibanez su cross di Borja Mayoral entrato nella ripresa. Tolte le lamentele dei giallorossi per due rigori piuttosto netti negati dall’arbitro per i falli di mano di Moe prima e Konradsen poi (per la verità anche il pareggio di Ibanez era parso in presunto fuorigioco) anche oggi la squadra di Mourinho ha palesato problemi di gioco, e di alcuni singoli come Abraham e Mkhitaryan che non riescono più ad incidere da diverso tempo. Meno efficace del solito anche Zaniolo mentre El Shaarawy, pare essere l’unica attuale certezza di questa Roma, che continua ad essere seconda nel girone con la qualificazione ampiamente alla portata, ma con il primo posto però, che non dipenderà più solo da lei.

Roma-Bodo Glimt 2-2

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE

Iscriviti alla nostra newsletter

AILEVEN DIGITAL MEDIA – Copyright 2021 – All Rights Reserved