Il Milan sofre e vince nel finale

La squadra di Pioli parte meglio della Fiorentina e la sblocca dopo 2′ con Leao che sulla sponda di Giroud attacca la profondità e infila Terracciano sul palo lontano. I viola non ci stanno e reagiscono mettendo sotto pressione i rossoneri fino al meritato pareggio al 28′ con Barák che su palla di Ikoné si gira in area e calcia verso la porta trovando la sfortunata deviazione di Thiaw che spiazza Tatarusanu. Bella Fiorentina in questo primo tempo che  mette spesso in affanno la difesa del Milan. Nel finale di tempo Tonali e Brahim Diaz hanno l’occasione per tornare avanti. Nella ripresa le squadre si allungano e piovono occasioni da ambo le parti. Al 49′ ci prova Giroud di prima intenzione ma Terracciano evita il peggio con una gran parata. Poi la Viola reclama per la mancata concessione del calcio di rigore per l’entrata apparsa in ritardo di Tomori su Ikoné ma viene fischiato solo il corner. La Fiorentina  insiste e una combinazione tra Jovic e Barak viene arginata da Kalulu, che però rischia l’autogol. Giroud al 72′ prova a far crollare San Siro con una semirovesciata davanti alla porta che semina il panico nella difesa viola e al 78′ Leão si divora una grande occasione sparando alto. Poi le grandi occasioni sono per la Fiorentina all’84’ in contropiede Terzic non serve Ikoné solo dall’altra parte e calcia trovando l’intervento di Tatarusanu e all’89’ Ikoné si vede respingere sulla linea da Tomori  il tiro destinato in fondo al sacco. Al 91′ la svolta della gara anch’essa contestata dagli ospiti. Sul cross di Vranckx, Terracciano buca l’intervento dopo lo scontro dubbio con Rebic e Milenkovic diviene protagonista di uno sfortunato autogol che regala tre punti soffertissimi al Milan e condanna una bellissima Fiorentina.

Milan-Fiorentina 2-1

GPP AILEVEN News

Credit Foto Imago da Eurosport.it

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE

Iscriviti alla nostra newsletter

AILEVEN DIGITAL MEDIA – Copyright 2021 – All Rights Reserved