Dzeko stende lo Shakhtar

Foto La Presse

I nerazzurri partono bene ma appaiono inizialmente poco precisi. L’Inter però vuole far sua l’intera posta e ci prova con Lautaro fermato al 22’ da Maycon. Ma gli attacchi proseguono con le occasioni di Ranocchia di testa, di Perisic che si vede annullare il goal per il fuorigioco, di Darmian. Poi ancora Dzeko che non è fortunato.

Trubin si oppone anche a Perisic e poco dopo Dzeko non riesce ad approfittare di uno svarione proprio del portiere.

Per la squadra di De Zerbi solo uno sterile possesso palla ma assai poco incisivo. Si chiude così un primo tempo in cui gli uomini di Inzaghi hanno avuto tanta voglia ma, solo quella. Tante occasioni zero reti.

Nel secondo tempo si riparte come nel primo, stesse dinamiche per entrambe le squadre con l’Inter a pressare alto e lo Shakhtar a partite da dietro. A Lautaro viene annullato un goal per aver commesso fallo su Matviyenko prima di segnare. Partita stregata? No perché al 61’ ci pensa Dzeko dal limite a sbloccarla con un tiro preciso, dopo una grande azione di Perisic. Quest’ultimo continua ad imperversare sulla fascia e da un suo cross al 67’ Dzeko, ancora lui, segna di testa il goal del 2-0. Doppietta personale per il bosniaco.

Unico vero pericolo corso da Handanovic il palo interno colpito da Dodò che però non cambia la sostanza di un risultato assolutamente meritato dai padroni di casa.

Inter-Shakhtar Donetsk 2-0

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE

Iscriviti alla nostra newsletter

AILEVEN DIGITAL MEDIA – Copyright 2021 – All Rights Reserved